Nube radioattiva sull’Europa, gli Usa inviano il “cacciatore” di bombe nucleari

Se gli esperti tentano di calmare gli animi tuttavia gli Stati Uniti hanno inviato lo scorso 17 febbraio un aereo “sniffer” appositamento studiato per stabilire l’esatta natura del rilascio di sostanze radioattive durante la detonazione di bombe atomiche. L’U.S. Air Force WC-135C Constant Phoenix è atterrato nel centro dell’aeronautica militare britannica di Mildenhall, nel Regno Unito.
Questo aereo convoglia i gas effluenti ai lati della fusoliera dove sono apposti particolari filtri per analizzare componenti radioattive e confermare così la presenza di fallout nucleare ed eventualmente determinare le caratteristiche della testata coinvolte.

Non pare certo un caso la presenza del velivolo che potrebbe indagare circa il picco dei livelli di iodio rilevati nel nord Europa a partire dall’inizio del mese di gennaio in Norvegia, Finlandia, Polonia, Repubblica Ceca, Germania, Francia e Spagna.