SOTT FOCUS: Lo iodio – Conoscenza soppressa che può cambiare la vita

Considerando lo stato altamente tossico in cui si trova la maggior parte delle persone, l’ambiente rapidamente cangiante in cui viviamo, e l’incredibile capacità che possiede lo iodio di rafforzare la salute delle persone e migliorare le loro vite, ho deciso di scrivere il seguente riepilogo sugli integratori di iodio come introduzione all’argomento. Le informazioni qui presentate si basano sulle ricerche preliminari disponibili sul forum in questa discussione sullo iodio e nei libri sullo Iodio: Lo Iodio: perché ne avete bisogno, perché non si può vivere senza (5° edizione) dal Dr. Brownstein, e La Crisi dello Iodio da Lynne Farrow. Si inizia con una sola goccia di soluzione di Lugol dopo la prima colazione e la dose va incrementata con una goccia in più ogni tre giorni fino ad ottenere un equilibrio di benessere generale. Partire dalla dose più bassa e continuare successivamente ad incrementare fino ad osservare delle reazioni di disintossicazione, sarebbe la cosa ragionevole da fare. Evitare di prendere Lugol dopo le ore 16.00, in quanto, se preso troppo tardi, può energizzare e provocare l’insonnia. Delle dosi antimicrobiche per la soluzione di Lugol e per ioduro di potassio si è anche discusso nella sezione sullo iodio (forum in inglese).

Prendere vitamine B2 (riboflavina) e B3 (niacinamide) per stimolare il corretto funzionamento del sistema di NADPH – questo aiuterà a metabolizzare lo iodio correttamente, diminuirà la formazione di dannosi auto-anticorpi e garantirà la produzione sufficiente di energia sotto forma di ATP. Quanto? 100 mg di B2 e 500 mg di B3 due volte al giorno.

Prendere antiossidanti al fine di diminuire le reazioni del danno ossidativo, da 3 a 10 grammi di vitamina C per tutta la giornata. Prendere 3 grammi di vitamina C almeno un’ora dopo la dose di Lugol, preferibilmente due ore più tardi. Se si verificano forti reazioni di disintossicazione attivate dallo iodio, si può ripetere la dose in base alla tolleranza intestinale. Evitare l’assunzione di vitamina C dopo le ore 16.00 in quanto può provocare insonnia a causa dei suoi effetti energizzanti.

Prendere magnesio, 300-600 mg al giorno. Il magnesio aiuta con le reazioni di disintossicazione perché assiste a più di 300 percorsi di disintossicazione del corpo. Il magnesio agisce anche contro i livelli intracellulari di calcio in eccesso che provocano lo stress ossidativo. La forma più appropriata di magnesio è il glicinato.

Prendere 200mcg di selenio o L- selenometionina al giorno. La gamma di sicurezza: 100 mcg – 400 mcg. Adeguati livelli di selenio sono necessari per regolare la funzione tiroidea e il metabolismo dello iodio. Se il selenio è carente, si potrebbero sviluppare i disordini autoimmuni della tiroide. Il selenio è importante per l’attivazione degli ormoni tiroidei e diminuisce gli effetti collaterali della terapia con lo iodio.

Proteggere il fegato. Prendere N- acetilcisteina (600-1200 mg al giorno), acido alfa lipoico (200-600mg) o il cardo mariano.

Bere acqua a sufficienza e bere acqua salata con sale non raffinato per disintossicarsi dal bromuro. Il cloruro è un inibitore efficace di bromuro tossico in quanto il sale grezzo, come sua composizione, è il cloruro di sodio. È impossibile abbassare livelli di bromuro nel corpo se non si assumono circa 1 – 1.5 di cucchiaini al giorno di sale non raffinato. Un’adeguata assunzione di sale non raffinato nel corpo è essenziale anche per ridurre al minimo lo stress ossidativo infiammatorio. Prendere almeno 1/4 cucchiaino di sale non raffinato in un grande bicchiere di acqua al risveglio e almeno due volte al giorno. Assicuratevi di prendere il Lugol separatamente dall’acqua salata, almeno 40 min – 1 ora di distanza.

In breve,

1/2 a 1 cucchiaino di sale marino in un bicchiere d’acqua grande.

Soluzione Lugol (iniziare con la dose più bassa) dopo la prima colazione o il pasto, mai dopo le ore 16.00

200 mg di B2 (riboflavina) al giorno. Può essere preso in due dosi insieme al Lugol.

1000 mg di B3 (niacinamide) al giorno diviso in due dosi insieme al Lugol.

200 mcg di selenio (non di più!) una volta al giorno con la dose mattutina del Lugol.

Da 3 a 10 grammi di vitamina C – dividendo in due dosi almeno un’ora dopo Lugol.

500 mg di magnesio – la forma migliore è il glicinato – pendere prima di coricarsi.

Proteggere il fegato con NAC, con ALA e/o con cardo mariano.

Risoluzione dei problemi di reazione alla disintossicazione

I sintomi di intossicazione di bromuro possono verificarsi anche a bassi livelli di bromuro nella nutrizione. Se vi è una carenza di iodio, la tossicità di bromuro sarà in aumento. Purtroppo, l’intossicazione da bromuro è molto comune. È usato come agente antibatterico nelle piscine e nelle vasche di idromassaggio. È presente inoltre nei pesticidi e in alcuni farmaci. La tossicità di bromuro comporta problemi alla tiroide, compresi i problemi autoimmuni. Il corpo può eliminare il bromuro solo quando ha a disposizione la sufficiente quantità di iodio.

Una sola goccia di soluzione Lugol inizierà il processo di disintossicazione dal bromuro che per anni si è accumulato nel vostro corpo. Le reazioni di disintossicazione di bromuro che si possono manifestare sono:

  • tremolio delle palpebre
  • spasmi delle gambe o dei piedi
  • formicolio alle mani o ai piedi
  • pensieri morbosi
  • depressione
  • ansia
  • emotività eccessiva
  • piaghe e tagli nella bocca e sulla lingua
  • lesioni simili ad acne (a volte può essere efficace lo zinco)
  • tagli della pelle
  • perdita di capelli
  • cervello annebbiato
  • dolori
  • irritazioni cutanee
  • sapore metallico
  • mal di seno
  • angiomi in forma di ciliegia
  • rinorrea – naso che cola
  • mal di testa
  • sedazione
  • letargo
  • strana sensazione di deglutizione
  • odore corporeo
  • insolito colore o odore delle urine
  • bocca asciutta
  • spasmo uretrale
  • orinazione frequente che viene comunemente scambiata per un’infezione urinaria
  • diarrea
  • costipazione
  • alterazioni di visione
  • irritabilità
  • aumento di salivazione
  • alterazioni nel sognare
  • cambiamenti ormonali
  • dolore ai reni
  • mammaria

e così via.

Al fine di attenuare questi sintomi di disintossicazione, assicuratevi di bere abbastanza acqua salata e prendere almeno gli integratori consigliati sopra elencati. Se i sintomi sono forti, i dosaggi si possono adeguare in modo da interrompere l’assunzione di iodio per almeno 48 ore per dare il tempo al vostro corpo e ai reni di liberarsi dal bromuro. Nel caso i sintomi di disintossicazione peggiorino durante l’aumento della dose di iodio, si può sempre abbassare la dose.

Se si dispone di una coperta per la sauna ad infrarossi è possibile utilizzarla al fine di aiutare la disintossicazione dalle tossine mobilitate dallo iodio.

Fate sempre la vostra ricerca

Questo articolo non costituisce una consulenza medica né può sostituire una propria ricerca di acquisizione di conoscenze appropriate sulla terapia dello iodio.

La nostra conclusione è che la conoscenza e la diffusione delle informazioni sui molteplici vantaggi dello iodio e del suo effetto benefico sono state soppresse. Sebbene lo iodio è generalmente ben noto, ora è diventato chiaro quanto sia stato ingiustamente sottovalutato e quanto poco si conosca il suo potenziale di trasformazione della salute umana.

Ulteriori letture:

Iodio: perché ne avete bisogno, perché non si può vivere senza (5 ° edizione) di Dr. Brownstein.

La crisi dello iodio di Lynne Farrow.

Iodine and Potassium Iodide thread, discussione su Cassiopaea forum.

Articoli sullo iodio a optimox.com.

Articoli pubblicati su Sott.net (in inglese):