Scienziato imprigionato dopo aver scoperto che virus mortali si trasmettono attraverso i vaccini

Il biologo molecolare Dr. Judy A. Mikovits è stato messo in carcere dopo aver scoperto delle prove che dimostrano che dei retrovirus mortali sono trasmessi attraverso vaccini somministrati agli esseri umani.

In un’inquietante storia vera pubblicata per la prima volta da Natural News, il Dr. Mikovits ha trovato prove “che retrovirus mortali sono stati trasmessi a 25 milioni di americani attraverso i vaccini”.

Il Dr. Mikovits ha lavorato con i retrovirus umani e si è concentrato sulla ricerca sull’immunoterapia e sull’HIV. Nel 2009, stava facendo ricerche sulle malattie neurologiche, compreso l’autismo, quando ha scoperto che molti dei suoi soggetti di studio soffrivano di gravi problemi medici. Questi problemi includevano il cancro, le malattie motoneuronali e la sindrome da affaticamento cronico (CFS).

Collective-evolution.com reports:

Credeva che un virus potesse essere responsabile di questi sintomi e, attraverso le sue ricerche, ha isolato dei virus che si sono rivelati provenire dai topi.

Sembrava un virus, si sentiva odore di virus, un retrovirus in realtà, perché questi sono i tipi di virus che disturbano il sistema immunitario. E molti altri investigatori negli anni ’90 avevano in realtà isolato i retrovirus da queste persone, ma il governo li aveva chiamati ‘contaminanti’, che non erano reali e che non avevano nulla a che fare con la malattia. Bene, abbiamo isolato una nuova famiglia di virus che si chiamavano virus della leucemia murina xenotropa. Quindi questi virus erano virus della leucemia murina, virus dei topi.

E così, avanti veloce di due anni, il nostro articolo pubblicato in una delle migliori riviste scientifiche del mondo, su Science, 8 ottobre 2009. Di solito questo determina un’intera carriera, ma nel mio caso ha posto fine alla mia vita di ricercatrice.

Virus trasmessi attraverso i vaccini

La relazione del Dr. Mikovits, di per sé, non ha portato immediatamente all’ira della potente industria farmaceutica. Tuttavia, quando un articolo pubblicato due anni dopo ha evidenziato la correlazione tra questo nuovo virus e i vaccini, i risultati della ricerca di Mikovits sono diventati troppo pericolosi per lo Stato Profondo. Ecco come Mikovits lo spiega nel video:

Così, nel 2011, un altro ricercatore sull’AIDS in una rivista chiamata Frontiers in Microbiology ha scritto un articolo che mi è costato molto; non sapevo che avrebbe scritto questo articolo, ma ha sostanzialmente detto che il modo più probabile che questi virus legati ai virus della leucemia murina, questi tipi di virus, siano entrati negli esseri umani, era attraverso i vaccini..

Quando abbiamo iniziato i con i primi vaccini? 1953, 1934, proprio negli anni ’30 con la polio, e quello che stavamo facendo per attenuare, per rendere il virus meno patogenico, meno tossico, era farli passare attraverso i cervelli dei topi, e ogni scienziato che lavora con questi virus, e ha lavorato presso il National Cancer Institute ha riconosciuto la possibilità che se si mettono tessuto umano e tessuto del topo insieme, la possibilità è che si stia andando a prendere un virus che è silenzioso, nel topo, che è non fa male al topo, ma che uccide l’uomo, o provoca gravi malattie nell’essere umano.

Lo Stato Profondo bussa alla porta

È stato non molto tempo dopo che le implicazioni del documento sono diventate chiare, e lo Stato Profondo ha notato la minaccia che veniva posta all’industria dei vaccini, che i loro potenti meccanismi di occultamento, offuscamento e inganno sono stati attivati:

Sono stata licenziata, imprigionata, senza motivo, senza sentire, senza alcun diritto civile, poi trascinata fuori di casa mia in catene all’improvviso, il 18 novembre 2011, mi sono rifiutata di denunciare i dati, mi sono rifiutata di dire che era un errore, abbiamo i dati, ho mostrato i dati, ho mostrato tutti i dati, e ho semplicemente rifiutato, mi hanno detto sostanzialmente di dire a tutti che mi ero inventata tutto, e così potevo andare a casa. E se non lo fai, ti distruggeremo. E l’hanno fatto.

È stata arrestata senza mandato e tenuta in carcere per 5 giorni senza possibilità di cauzione come latitante dalla giustizia, e le è stato dato un ordine di blocco di 4 anni. La sua carriera è stata distrutta. La sua storia è documentata nel libro Plague: One Scientist’s intrepid Search For the Truth about Human Retroviruses and Chronic Fatigue Syndrome, Autism, and Other Diseases.

Ironia della sorte, la FDA ha ora approvato un protocollo di test per individuare i retrovirus nella fornitura di sangue negli Stati Uniti che vale milioni di dollari, e basato in gran parte sulla ricerca del Dr. Mikovits, ma è gestito dalla Big Pharma. Quindi, mentre questa illustre scienziata è ora in bancarotta e senza lavoro, altri stanno presumibilmente capitalizzando sulla sua ricerca per guadagnare milioni di dollari per ripulire la fornitura di sangue negli Stati Uniti.

[embedded content]