FLASHBACK: Ma quale celiachia. Chiamatela Roundup.

Sono almeno 12 mila anni che l'umanità mediterranea si nutre di frumento, senza problemi. E di colpo, ecco sorgere la "intolleranza al glutine", con relativo ipersviluppo degli affari relativi a questa "malattia": paste senza glutine a 5 volte il prezzo delle normali, prodotti bio dove l'etichetta dichiara "senza glutine", cibi spesso a carico del servizio sanitario nazionale... Il glutine è un veleno? Si deve sospettare del grano geneticamente modificato? Per una volta no. Anche se c'entra il Roundup, il diserbante della Monsanto, specifiamente concepito dalla multinazionale per essere usato in abbondanza coi suoi semi geneticamente modificati (modificati appunto per resistere al diserbante, che uccide tutte le erbacce) . Come ha scoperto la dottoressa Stephanie Seneff, ricercatrice senior al Massachusetts Institute of Technology (MIT), da una quindicina d'anni gli agricoltori americani, nelle loro vastissime estensioni, hanno preso l'abitudine di irrorarle di...

Read More

IL MEGLIO DEL WEB: E’ ufficiale: il glifosato contenuto nella pasta provoca la Sla e il morbo di Alzheimer

Lo si può leggere in uno studio del Massachusetts Institute of Technology (Mit). La seconda notizia, non meno importante della prima, è che l'associazione di produttori di grano duro del Sud Italia GranoSalus promuoverà autonomamente l'analisi chimica sui prodotti derivati dal grano (pasta, pane e altro). E li renderà pubblici pubblicandoli sulla rete. Sapremo finalmente quale pasta (e quale pane) mangiare. E, soprattutto, quale pasta non dovremo mai più acquistare (con riferimento - con molta probabilità - ai marchi altisonanti e super pubblicizzati) E' ufficiale: i derivati del grano al glifosato (o glyphosate, secondo il termine scientifico) - e cioè pasta, pane e altro ancora - provocano danni alla salute umana. La cosa è nota da tempo, ma adesso è disponibile uno studio Massachusetts Institute of Technology (Mit). Il glifosato presente nella pasta e nel pane può provocare malattie gravi:...

Read More

Nube radioattiva sull’Europa, gli Usa inviano il “cacciatore” di bombe nucleari

Un fenomeno preoccupante, ma non dannoso, ha interessato diversi paesi dell'Europa centrale ed orientale tra la fine di gennaio e la metà di febbraio. Si tratta del passaggio di una nube radioattiva, prodotta dallo iodio 131, registrata dapprima tra la Russia e la Norvegia e poi in Finlandia, Repubblica Ceca, Francia ed, infine, in Spagna. Insomma la nube di radiazioni ha interessato quasi per intero la superficie del vecchio continente, risparmiando il nostro paese. Come rivelato anche da Scienze Notizie l'effettivo aumento delle radiazioni è stato riscontrato dalla Norwegian Radiation Protection Authority e dall'autorità francese sulla sicurezza nucleare: entrambi, però, hanno deciso di non avvertire la popolazione per la portata modesta dell'evento. ...

Read More

Vi spiego perché i vaccini sono inquinati

Non solo antibiotici, cellule di scimmia o di feti abortiti. (Cliccate qui da pag 9 a 12 per consultare l'elenco degli adiuvanti presenti nei vaccini dichiarati dai produttori). I vaccini sono anche sporchi. Contengono una grande varietà di particelle solide e minuscoli accumuli di detriti. Si va dai composti di piombo, stronzio e zirconio dell'antimeningite a concentrazioni di tungsteno e alluminio nell'esavalente. E poi cerio, bismuto, silicio, oro, argento, fosforo, azoto sparsi fra l'anti papilloma e l'anti morbillo. Metalli, semi-metalli, leghe. E tracce di mercurio ovunque. Tutto nei vaccini destinati ai bambini. Lo hanno scoperto due scienziati di Modena, Stefano Montanari e Antonietta Gatti, grazie al loro microscopio elettronico. Hanno analizzato 44 campioni di 30 vaccini. Ne hanno fotografato il contenuto, lo hanno raccolto, misurato e divulgato. È risultato pulito soltanto un vaccino per i gatti. "Non si tratta di...

Read More

FLASHBACK: 10 sorprendenti benefici della nicotina

La nicotina ha una cattiva reputazione, giusto? Ma sapevi che questa reputazione è in gran parte infondata? Infatti, alcune prove suggeriscono che la nicotina da sola non causa così tanta dipendenza e che sono le altre sostanze chimiche presenti nel fumo di tabacco, insieme con gli aspetti comportamentali, che rendono il fumo una dipendenza qual è. La nicotina di per sé è in realtà vista come la sostanza meno dannosa fra tutti i composti presenti nel fumo di sigaretta e per di più la nicotina può effettivamente avere benefici medici per un certo numero di situazioni. Il Professore Riccardo Polosa ha sottolineato al primo Forum Globale sulla Nicotina che: "La nicotina non è la causa delle malattie legate al fumo: ufficialmente la nicotina non è cancerogena la nicotina non provoca il cancro ai polmoni la nicotina ha un effetto minimo...

Read More

L’UE vieta l’amalgama nei bambini, nelle donne in gravidanza o durante l’allattamento

L'Unione Europea (UE) ha provvisoriamente adottato il divieto, a partire dal 1° luglio 2018, di utilizzare otturazioni in amalgama nei bambini sotto i quindici anni, nelle donne incinte o che allattino. All'ordine del giorno c'è, tuttavia, un utilizzo graduale di otturazioni dentali contenenti mercurio. Si deve decidere, quindi, ed entro il 2020, se l'uso del materiale debba essere del tutto interrotto entro il 2030. L'accordo provvisorio è stato raggiunto il 6 e 7 dicembre in un vertice tra le tre istituzioni: UE, la Commissione parlamentare europea e il Consiglio dell'Unione. L'azione che Parlamento e Consiglio devono approvare, fa parte di una più ampia attuazione degli obiettivi della Convenzione di Minamata, mirante a limitare l'uso e il rilascio di mercurio nell'ambiente. La Convenzione richiede anche a ciascun Stato membro di impostare, a partire dal 1° luglio 2019, un piano nazionale per...

Read More

Carne rossa discolpata: Nuovo studio mostra che la carne rossa non ha alcun impatto sui fattori di rischio cardiovascolare

Secondo un nuovo studio di test clinici della Purdue University, il consumo di carne rossa in quantità superiore a quella normalmente consigliata non ha alcun impatto sui fattori di rischio cardiovascolare di corta durata, come la pressione sanguigna e il colesterolo. "Durante gli ultimi 20 anni, le raccomandazioni sono state quelle di mangiare meno carne rossa per seguire una dieta più sana, ma la nostra ricerca sostiene che la carne rossa può essere incorporata in una dieta più sana," ha detto Wayne Campbell, professore di scienze nutritive. "La carne rossa è un cibo denso di nutrienti, non solo una fonte di proteine ma anche di ferro biodisponibile." ...

Read More

Come cambiano le opinioni? Lo dice un modello matematico

Studiare come cambiano le opinioni degli individui nel tempo mediante un modello matematico. È quanto propone un gruppo di ricerca internazionale costituito dall'Istituto di elettronica e di ingegneria dell'informazione e delle telecomunicazioni del Consiglio nazionale delle ricerche di Torino (Ieiit-Cnr), in collaborazione con la University of California di Santa Barbara (Usa), la Delft University of Technology (Olanda) e la Russian Academy of Sciences, con un lavoro pubblicato sulla rivista Science. "Il modello che abbiamo messo messo a punto analizza i 'belief systems'", afferma Roberto Tempo, dirigente di ricerca dell'Ieiit-Cnr e coautore della pubblicazione, "ovvero il modo in cui le opinioni degli individui su un certo argomento possono evolvere nel tempo in modo dinamico, in base alle interazioni con altre persone e all'effetto di fattori esterni, quali opinioni degli individui su argomenti interdipendenti". Il nuovo modello è stato verificato in un'analisi...

Read More

Università degli studi di Trento: Gli astrociti allenano la memoria

Trento, 23 novembre 2016 - (a.s.) Si chiamano astrociti e sono particolari tipi di cellule, a forma di stella, che nel sistema nervoso centrale danno sostegno ai neuroni, assicurano l'isolamento dei tessuti nervosi e la protezione da corpi estranei in caso di lesioni. Funzionano come un comune nastro adesivo attorno alle sinapsi (strutture che mettono in comunicazione le cellule del tessuto nervoso), anche se molte delle loro caratteristiche sono ancora inesplorate. A lungo si è dibattuto se avessero o non avessero un ruolo nella trasmissione dei segnali elettrici. Ma ora uno studio pubblicato su "Neuron", rivista scientifica di grande impatto, rivaluta la loro importanza come interruttori della trasmissione delle informazioni. Sarebbero infatti fondamentali nel processo di costruzione della memoria a lungo termine. In particolare, quel tipo di memoria che nel contesto di una particolare area corticale (corteccia peririnale) permette il...

Read More

L’importanza dei ritmi circadiani della flora intestinale

Anche la flora batterica intestinale segue dei propri ritmi circadiani che non solo influenzano quelli dell'ospite, ma anche la capacità del fegato di metabolizzare i farmaci e degradare sostanze potenzialmente tossiche. La scoperta potrebbe aiutare a pianificare meglio la somministrazione dei farmaci e a contrastare problemi come l'obesità e la sindrome metabolica, spesso connessi a un'alterazione dei ritmi sonno-veglia. L'attività metabolica e i movimenti della flora batterica intestinale seguono anch'essi dei ritmi circadiani, che influenzano quelli dell'ospite. Eventuali anomalie in questi ritmi batterici possono alterare la capacità metaboliche dell'organismo ospite, e in particolare quella di metabolizzare i farmaci e di degradare sostanze potenzialmente tossiche. La scoperta è di un gruppo di ricercatori del Weizmann Institute of Science a Rehovot, in Israele, che firmano un articolo su "Cell". I ricercatori hanno scoperto che la flora batterica intestinale, o microbioma, si... ...

Read More